Blog Caffè Rinaldi – il torrefattore – Dicembre 2016 – Febbraio 2017

Blog Caffè Rinaldi – il torrefattore – Dicembre 2016 – Febbraio 2017
20 luglio 2017 Studio Tucano
In Il torrefattore

Dicembre 2016 – Febbraio 2017

E’ passato quasi un anno, da quando ho riposto nel cassetto la carta e la penna ( ebbene sì, lo ammetto, scrivo ancora su carta, in fondo sono un nostalgico … sono un nostalgico su tutto, anche con il caffè, ed infatti a casa uso ancora una vecchia moka ! ) Scusate, mi sono dilungato con il discorso … Ricominciamo.
E’ passato quasi un anno, da quando ho riposto carta e penna nel cassetto, finendo di raccontare la mia avventura di torrefattore. Pensavo che ormai avrei definito il mio percorso di lavoro e non ci fosse più bisogno di tenere ancora un diario su cui menzionare tutti i miei passi. Ma quando un lavoro si trasforma in una passione, totale e tale da sconvolgere persino i tuoi piani di vita, allora ti rendi conto che c’è bisogno di ricordare, e raccontare, sempre, per tenere alta la fiamma. Ci eravamo lasciati con l’immagine del mio laboratorio di torrefazione, nuovo di zecca, ospitato all’interno dei locali storici del Bar Pasticceria Rinaldi, a Ciampino, aperto dai miei genitori nel 1980. In questi dodici metri quadri ( sono le dimensioni del mio laboratorio ) sto esplorando un mondo pieno di sensazioni e assaggi, incontri ed eventi, che neppure un capannone sarebbe stato in grado di ospitare. Qui ha sede la mia torrefazione e tutte le mattine il laboratorio è aperto anche al pubblico, per la vendita di caffè e cioccolato. E’ in questo cantuccio che studio il caffè verde, lo respiro e lo sfioro con le mani, tosto il caffè e mi dedico alle curve di tostatura, è ancora qui che lo confeziono e lo vendo, preparo la spedizioni per i clienti che acquistano on line, catalogo il caffè  e avvio la distribuzione ai vari locali che fornisco con i miei prodotti ( senza dare attrezzature in comodato d’uso, questa è la regola ! ) E’ qui che scrivo adesso la mia storia, ho incontri di lavoro e, insieme a mia moglie, elaboro strategie di mercato. E’ qui che nasce Caffè Rinaldi, nel frenetico passaggio, tra l’altro, dello staff ( quasi tutto di famiglia ) che vive la giornata di lavoro nei locali storici del nostro bar pasticceria.
In questa bolla di vetro ho definito il catalogo della mia torrefazione, dove propongo caffè Arabica, diviso per paese di provenienza ( Etiopia, Brasile, Cuba etc … ) o selezionato per una miscela, esposto con un packaging innovativo, grazie anche alle bellissime etichette disegnate da un giovane artista, Andrea Giordano, su cui è indicata anche la piena tracciabilità del prodotto e la data di tostatura.
Qui affronto il caffè a 360 gradi, curando la vendita in tutti i settori:
confezioni da 250g in grani, con un packaging ispirato alle micro torrefazioni del Nord Europa e di qualche importante realtà italiana
confezioni da 250g macinato per Moka, proposto in tre tipi di miscela ( Classica, l’unica in cui è presente una varietà di robusta, 100%Arabica e Speziata)
confezioni da 500g e 1000g in grani, con o senza etichetta artistica, che uso in genere per la fornitura ai locali che servono il mio caffè.
Sempre qui, in questo squarcio di mondo, che ho tostato per la prima volta caffè di altissima qualità e con prezzi proibitivi, come un eccezionale Portorico Hacienda San Pedro, il controverso Kopi Luwak ed i ricercati Specialty Coffee, di cui tanto si sta parlando. E’ ancora qui, dove sto scrivendo le pagine di questo diario, tra i sacchi di caffè ed un pc accesso, sintonizzato come sempre sulla home page del blog Ilcaffespressoitaliano a cui devo tanto e su cui mi informo, ogni giorno, per scoprire cosa accade nel mondo del caffè, sorridendo quando nella ricerca di un’informazione trovo un mio articolo.
Adesso, mentre nell’aria volteggia un aroma di caffè, io non vi nascondo che da Ottobre 2016, sempre tra queste semplici mura, ho dato nizio ad una nuova avventura, legata al mondo del cioccolato di produzione artigianale che viaggerà in parallelo a quello della torrefazione e di cui al momento non vi posso raccontare altro. Per concludere, usando parole che sanno un po’ di poesia … Date vita ai vostri sogni e non vi stancate mai di credere in un mondo migliore, dove si potrà degustare, in ogni bar, un caffè di autentica qualità!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi