Marzo 2017 - Luglio 2017

Blog Caffè Rinaldi – il torrefattore – Marzo 2017 – Luglio 2017
20 luglio 2017 Studio Tucano
In Il torrefattore

Marzo 2017 – Luglio 2017

Saranno stati Tutti i paesi del caffè (una serie d’articoli scritti in esclusiva per il blog ilcaffespressoitaliano) o una naturale passione per il viaggio e la curiosità, a spingermi negli ultimi tempi verso la ricerca di molteplici sensazioni di gusto, verso un bisogno di capire le varie sfumature del caffè e di abbracciare il mondo in questa impresa.  Scritto in parole semplici, volevo capire le differenze fra un caffè brasiliano, ad esempio, ed uno indiano.

 

Capire in che modo queste meravigliose terre, in cui si produce e si coltiva caffè, possono offrire gusti ed aromi così straordinariamente intensi e differenti, grazie ai frutti raccolti da una splendida pianta. E’ vero, ogni gusto è soggettivo, ma vi assicuro che dopo aver allenato il palato, riuscirete davvero a sentire delle note di tabacco in un caffè cubano, o un tono leggermente speziato in un Portorio di alta qualità e in diversi caffè indiani, riconoscerete il cacao amaro in ottimi caffè brasiliani ed un aroma selvatico, con note di frutta secca e miele, in un  buon caffè etiope, ed un accento fruttato, e a volte vinoso, nei caffè Keniani e del Nicaragua, sentirete un sapore di montagna nei caffè d’altura del Nepal, e continuerete a sognare e ad emozionarvi grazie a nuovi eccellenti caffè che la natura ci saprà offrire. Nel mio piccolo, ogni sabato mattina organizzo un evento di degustazione, all’interno del mio laboratorio di torrefazione, oppure è itinerante, in sale da thè e caffetterie, insieme ad un entusiasta gruppo di caffettuosi (una community di coffee lover) e avventori locali.

 

La bellezza di questi momenti è la condivisione e l’assaggio di diverse singole origini di caffè estratte in filtro e in espresso, raccontandoci poi le sensazioni che hanno lasciato. Non voglio entrare nei dettagli di queste conversazioni, ma solo suggerirvi di creare una stessa intesa con altri Coffee Lover come voi. Per fare una buona degustazione ci vuole poco: 2-3 strumenti di estrazione (come una moka, un drip V60 o un ibrik), acqua in bottiglia con il giusto contenuto di sale, caffè in grani, da macinare al momento (o in alternativa già macinato), una bilancia, qualche tazza calda, buoni amici e tanta passione! Ah, dimenticavo, se volete divertirvi un viaggio attraverso le meravigliose terre che producono caffè, scegliete per la vostra degustazione solo singole origini (ad esempio Brasile, Guatemala, Etiopia….) e preparate il palato e la mente, alla scoperta di emozioni nuove  da racontare!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi